Il Bruciatore in Cucina

Il Bruciatore

Per cucinare abbiamo bisogno al di là del fornello anche del bruciatore che fa parte dell'impianto di combustione dal quale si orgina la fiamma grazie a cui cuciniamo le pietanze; ogni bruciatore si differenzia dall'altro in base alla struttura, alla potenza e al genere di combustibile adoperato che può essere gassoso, liquido oppure solido.

Nelle cucine i bruciatori più diffusi sono quelli ad aria aspirata adoperati per l'appunto per i fornelli benchè in realtà esistano anche ad aria soffiata, utilizzati per lo più nei generatori di aria calda e nelle caldaie a uso domestico; in commercio potete vedere disponibili bruciatori a gas per bistecchiere grazie ai quali è concessa la distribuzione di grandi potenze caloriche su ampie superfici di cottura.

I bruciatori che solitamente vediamo nelle nostre abitazioni fanno parte della struttura del fornello insieme al piattello, alla corona e allo spartifiamma vale a dire meccanismi che ci permettono di accendere il fuoco nelle nostre cucine per la prerazione degli alimenti. In genere sono in acciaio o in lega con spartifiamma in ottone.

Per rendere sicuro il funzionamento del bruciatore occorre prendersi cura del loro stato pulendoli subito dopo aver cucinato del resto i protagonisti delle nostre cucine devono ricevere le dovute attenzioni in modo tale da garantire una durata di tantissimi anni. Parola chiave è dunque pulizia, che si fa in pochi minuti ma ci risparmia del filo da torcere nell'eventualità il bruciatore si dovesse rompere.